Donazioni di sangue

L’associazione culturale giovanile Moveo è molto sensibile al tema delle donazioni di sangue. Per questo motivo fin dal 2011 si organizzano gruppi di donatori volontari, sia soci che esterni all’associazione, al fine di recarsi al presidio sanitario San Giovan Giuseppe di Ischia per donare il sangue. E’ possibile donare in tale struttura ogni due domeniche, grazie alla sezione ischitana della FIDAS guidata dal presidente Luigi Trani.
L’associazione Moveo ha organizzato nel 2012 una campagna di sensibilizzazione sul tema delle donazioni di sangue, denominata “Il sangue non è acqua”, e continua a diffondere la conoscenza dell’importanza del dono.

Donazioni di sanuge 11 ottobre 2015

Donazioni di sangue 11 ottobre 2015

Donazioni di sangue effettuate dall’Associazione Moveo
2011. 10 donazioni
2012: 15 donazioni
2013: 19 donazioni
2014: 28 donazioni
2015: 56 donazioni
2016: 32 donazioni

L’importanza del dono
Il sangue umano è un fluido viscoso di origine naturale, indispensabile alla vita e soprattutto non riproducibile artificialmente; l’impossibilità di ottenerlo tramite procedimenti chimici e il suo larghissimo impiego terapeutico rendono la necessità di sangue sempre più elevata.
Il sangue è indispensabile nei servizi di primo soccorso e di emergenza, negli interventi chirurgici, nei trapianti di organo, nella cura delle malattie oncologiche, nelle forme di anemia cronica. Il sangue costituisce per molti ammalati un fattore unico ed insostituibile di sopravvivenza; ogni intervento chirurgico necessita di parecchie decine di sacche di sangue (ad esempio, un trapianto di midollo osseo necessita di 180 sacche di sangue). La necessità di sangue da trasfondere è un fatto quotidiano, che diventa tragico ogni volta che il sangue manca.
La donazione non comporta alcun rischio ad un individuo sano. La frequenza di donazioni per un uomo adulto non deve essere superiore di 4 volte l’anno per gli uomini e 2 volte l’anno per le donne in età fertile. Si dona a digiuno. Donare il sangue inoltre è un ottimo strumento per prevenire eventuali malattie . Infatti sono previste controlli e visite periodiche prima di ogni donazione a tutela dello stato di salute sia di chi riceve che di chi dona. I risultati delle analisi, che vengono inviate al donatore in maniera del tutto gratuita, sono segreti e comunicati solo ai diretti interessati. Donare quindi è, oltre uno modo di fare del bene agli altri, anche un ottimo strumento di prevenzione e analisi per sè stessi.

Campagna di sensibilizzazione "Il sangue non è acqua"

Campagna di sensibilizzazione “Il sangue non è acqua”

Chi può donare
I requisiti fondamentali per essere donatori sono:
- Avere un età compresa tra i 18 e i 65 anni.
- Gli over 65 potranno donare occasionalmente solo a discrezione dei medici responsabili della selezione.
- Godere di buona salute e non essere affetti o portatori di malattie del sangue o di disordini/difetti della coagulazione.
- Peso non inferiore a 50 Kg.
- Pressione arteriosa normale.
- Stile di vita senza comportamenti a rischio.
-Le donne non possono donare durante il ciclo mestruale, nè immediatamente o prima del ciclo stesso
-In caso di terapie mediche, cure odontoiatriche, interventi chirurgici, parto o vaccini la possiblità di donare il sangue è sospesa in maniera temporanea o permanente, a seconda del tipo di terapia o intervento e dei farmaci assunti.
-In caso di soggiorno in zone endemiche per malattie tropicali la possibilità di donare è sospesa.

I giovani della Moveo in procinto di donare

I giovani della Moveo in procinto di donare

Falsi miti da sfatare
La riproduzione del sangue obbedisce, come la rigenerazione di tutti gli altri tessuti, ai meccanismi biologici deputati al controllo della crescita. Non vi è quindi il pericolo che l’aumento numerico delle cellule del sangue continui indefinitamente obbligando il donatore a donare sangue per tutta la vita. Non c’è nesso di causa/effetto fra donazione ed ipertensione. Non sussiste nessun pericolo di irrigidimento delle arterie e delle vene.Per un adulto sano che si sottopone regolarmente alle valutazioni di idoneità la donazione non comporta alcun rischio. Non c’è nessuna ragione per sconsigliare di donare sangue a chi ha meno di 30 anni, così come non c’è ragione per sconsigliarlo a chi ha più di 30 anni.

Donazioni in corso

Donazioni in corso

Targa donata dalla Fidas Ischia

Targa donata dalla Fidas Ischia all’ass.Moveo

il sangue non è acqua